STOP & GO (20-22 settembre, Parco Chico Mendez, Perugia)

L’Associazione Progetto Donna e ActionAid, sezione Perugia, Associazione culturale CiaoRino presentano : STOP & GO  (Insieme per il parco)

Il nostro progetto nasce come collaborazione tra varie associazioni del territorio umbro che, con il proprio lavoro, svolgono un importante ruolo di sensibilizzazione e cambiamento sociale e culturale.

Progetto Donna, in particolare, lavora da tre anni, nella prevenzione delle discriminazioni e violenza e nel supporto psicologico e giuridico delle vittime di ogni ingiustizia.

Questo progetto nasce in seguito alla trasformazione dei luoghi in terrae nullius, in cui i cittadini hanno difficoltà a trovare un’appartenenza identitaria, pur rivendicando a gran voce il desiderio di riappropriazione di quegli spazi e luoghi una volta legati a doppio filo alla città e ai cittadini stessi. Le Associazioni vogliono, dunque,

dare voce a tutte quelle realtà che rappresentano le persone e i loro bisogni, fornendo occasioni per riavvicinare cittadini e territorio e sviluppare una nuova etica partecipativa, al fine di ripristinare un uso corretto e responsabile dei luoghi e del bene comune.  È un progetto, dunque, rivolto a tutti coloro che sentono la necessità di percepirsi parte fondamentale del tutto.

La cornice della manifestazione sarà l’incontro di tante delle più importanti associazioni che si occupano di disagio giovanile, violenza (bullismo e baby gang), dipendenze (alcol, droghe, gioco), tutela ambientale e propongono sostegno e modalità proattive per reagire all’ incertezza e al senso di impotenza che spesso riguardano giovani e non del nostro tempo. Il ruolo delle associazioni si inserisce nell’ambito di ciò che è stato definito welfare di comunità e diviene contributo fondamentale per la ricostituzione di percorsi di identità individuale e cittadina anche attraverso la fruizione di luoghi in cui incontrarsi (come il parco cittadino), sempre più, oggi, bisognosi di ridefinizione e partecipazione collettiva. Il rischio è, come accade spesso, che una volta persa la connessione tra contesto locale e cittadini, i luoghi divengano sempre più non -luoghi, zone  franche di nessuno, lontane da ogni senso d’appartenenza cittadina e colonia attiva di bande criminali.

Pertanto, in questi tre giorni si tenterà, grazie alla compartecipazione di istituzioni, associazioni, volontari, residenti di far ridare al Parco Chico Mendez una nuova identità e vita, attraverso tutta una serie di eventi che vanno dai dibattiti con i giovani alle riflessioni ragionate con gli esperti, da giochi e serate musicali a presentazioni culturali. Le mattinate vedranno il coinvolgimento dei più giovani e delle scuole, mentre nel tardo pomeriggio ci si concentrerà nelle riflessioni con gli esperti e le istituzioni. Le serate, invece, saranno dedicate all’intrattenimento, con buffer, cabaret, musica.